Big Data e IOT: i dati come opportunità di crescita per le aziende

Big-data-per-aziende-PMI

IOT e Big Data sono destinati a rivoluzionare completamente la società per come noi oggi la conosciamo, sia sotto il profilo economico che sociale. Questo passo sarà decisamente più marcato di quello mosso con l’avvento del digitale, che già ha condotto verso cambiamenti epocali.

Ma in che modo i dati raccolti da queste tecnologie fino a poco tempo fa avveniristiche, ma al giorno d’oggi decisamente attuali, possono rappresentare un’opportunità di crescita per le aziende? Scopriamolo insieme in questo articolo.

Internet of Things (IOT): che cos’è?

L’IoT è un network di oggetti fisici il cui accesso è possibile attraverso internet. Alcuni di questi oggetti rappresentano per noi tutti oramai dei fedeli compagni della nostra quotidianità, dalla lavastoviglie all’automobile. Al loro interno è presente una tecnologia che permette loro di comunicare e interagire con il mondo esterno. Descrivere l’Internet of Things in questo modo fa apparire il tutto particolarmente complicato.

In realtà però, si tratta di un ambito oramai conosciuto da molti. Basti pensare al lavoro svolto da un orologio contapassi nel momento in cui viene collegato al proprio smartphone. Quest’oggetto ha la capacità di raccogliere informazioni sulle calorie bruciate in ogni sessione di allenamento in un preciso periodo. Questo chiaramente era solamente un esempio basilare, ma quelli possibili sono davvero numerosi.

L’IoT richiede dunque lo sviluppo di una serie di tecnologie che allo stato attuale delle cose sono progettate dalle grandi aziende del settore, e la lista dei vantaggi che deriva dal loro utilizzo è davvero molto lunga. Per comprendere meglio questo concetto, possiamo fare riferimento ancora una volta all’esempio degli smartwatch. Questi oggetti infatti, non limitano il loro compito alla semplice comunicazione dell’orario.

Al contrario, sono in grado di collegarsi a internet, e di conseguenza scambiare una serie di dati con dei server esterni. Ciò significa che sono in grado di agire a doppia mandata, raccogliendo dati e informazioni sia dai sensori installati, che dai server stessi. Le applicazioni di queste tecnologie riguardano moltissimi aspetti, partendo dalla domotica per arrivare fino all’ambito della salute.

IOT: esempi pratici nella vita quotidiana

Per fare un esempio pratico basti pensare che installando una serie di sensori appositi, già da qualche anno è possibile controllare porte e finestre di casa, la temperatura, le luci, e molto altro ancora, tutto in maniera semplice e intuitiva in modalità wireless.

Un altro campo di applicazione dell’IoT, da qualche anno oramai ampiamente sfruttato, riguarda le città. Queste vengono rese infatti, sempre più smart e intelligenti, grazie all’interconnessione degli oggetti. Per questo motivo, in futuro, verranno progettate seguendo sempre di più queste “linee guide” e questo, inevitabilmente, cambierà anche il nostro modo di vivere e lavorare. Naturalmente questi cambiamenti stanno già avvenendo e anche in questo settore è possibile riportare un esempio pratico che fa già parte della nostra vita quotidiana.

È sufficiente pensare infatti a quante volte si rimane fermi a causa di un semaforo rosso senza che in quel momento stiano passando auto o pedoni. Grazie all’IoT è possibile installare un circuito di telecamere che verranno distribuite nei vari punti necessari della città, in grado di rilevare il flusso di traffico ed adeguare il funzionamento dei semafori.

Big Data, Iot ed ERP: l’associazione perfetta

Senza una struttura di Big Data la creazione degll’Internet of Thing sarebbe stata sicuramente più complessa. Questo perché i Big Data consentono di analizzare una mole enorme di dati. La loro natura complessa è causata dal fatto che si tratta di dati non strutturati, anche perché provengono a loro volta da un gran quantitativo di terminali differenti, dai sensori ai veicoli, alle ricerche web, GPS, smartphone, etc…

I Big Data dunque, basano il loro funzionamento sulla raccolta di dati provenienti da dispositivi IoT. Molto probabilmente, in breve tempo tutti questi oggetti saranno in grado di raccogliere quantitativi ancora più grandi di dati, e potranno interagire in maniera più efficiente grazie i collegamenti wi-fi e bluetooth, e ad una serie di protocolli meglio definiti. Alla base di tutto ovviamente, una corretta analisi dei Big Data.

Ma uno dei migliori strumenti che permettono un corretto utilizzo dei dispositivi IoT e dei Big Data, è quello dei sistemi ERP. Stiamo parlando di particolari software gestionali in grado di pianificare le risorse d’impresa. Stiamo parlando dunque di un sistema gestionale in grado di racchiudere tutti i processi di business di un’organizzazione: acquisti, vendite, contabilità, magazzino, ed altri ancora.

Per questo, attraverso la raccolta di dati e informazioni, un software ERP per aziende offre numerosi vantaggi alle aziende. Parliamo di un aumento dell’efficienza e dell’ottimizzazione dei vari processi aziendali, quindi di una sorta di “spina dorsale” che tutte le imprese dovrebbere valutare per il proprio futuro. Infatti è assodato come, nel lungo periodo, i sistemi ERP diminuiscono i costi aziendali in quanto, automatizzando certi processi, si riducono errori e sprechi e questo porta, di conseguenza, un aumento dei profitti.

Big Data e Iot: i vantaggi per le aziende

Come facilmente intuibile, IoT è un concetto in grado di racchiudere una serie infinita di possibilità. In prima battuta perché consente un livello molto alto di connettività tra dispositivi differenti. In seconda battuta proprio per i potenziali benefici provenienti dall’analisi dei Big Data. I dispositivi interconnessi infatti, generano una mole di informazioni che se correttamente analizzate possono fornire immensi benefici alle aziende.

Si tratta di dati legati alla propria attività, che includono anche preziosissimi lead e clienti. Questi oggetti intelligenti dunque, sono in grado di offrire milioni di dati, che saranno poi gestiti da aziende di settore in grado di analizzarli correttamente. Tra i principali vantaggi possiamo sicuramente trovare:

  • Un maggior numero di informazioni. I Big Data per le aziende sono particolarmente interessanti soprattutto per un motivo particolare: sono in grado di fornire una serie di risposte a quesiti che per molte organizzazioni, fino a pochi anni fa, erano assolutamente senza risposte. Attraverso una simile mole di informazioni, i dati potranno di conseguenza essere modellati in differenti modalità a seconda dello scopo.
  • Un minor numero di problemi. Raccogliendo di continuo informazioni sull’andamento dell’attività, le aziende sono in grado di monitorare i possibili problemi interni, identificandoli più rapidamente e soprattutto rendendo disponibili le informazioni in maniera più comprensibile. In altre parole, i Big data permettono alle aziende di muoversi in maniera più rapida ed efficiente, senza alcun intoppo.
  • Riduzione dei costi. Sotto il profilo puramente economico, queste immense quantità di dati e la relativa analisi in cloud costituiscono per le aziende un notevole vantaggio. Questo perché consentono di ottimizzare il business e di conseguenza ridurre gli sprechi. Volendo fare un esempio concreto, basti pensare all’enorme vantaggio di conoscere in anteprima in quale zona risiede la clientela prima di avviare una campagna di Advertising.
  • Nuovi prodotti e servizi. Questo è probabilmente uno dei vantaggi principali proveniente dall’incrocio dei Big Data con l’IoT. Grazie alle capacità di misurazione e interpretazione delle esigenze dei clienti, è possibile comprenderne pienamente anche il reale grado di soddisfazione. Attraverso questo tipo di analisi, moltissime organizzazioni stanno sfruttando l’opportunità di creare nuovi prodotti e servizi, o in alternativa procedere con la modifica di quelli già offerti.
  • Processo decisionale più veloce. Grazie alle capacità di analisi approfondite di nuove fonti di informazioni, alle aziende è concesso un vantaggio davvero non trascurabile. Si tratta della possibilità di comprendere immediatamente tali dati, rendendo il processo decisionale più rapido ed efficace. Basti pensare a quale ruolo assume il tempo nel lancio di un nuovo prodotto o servizio all’interno del proprio mercato di riferimento.

I Big Data dalla teoria alla pratica: il settore sanitario

Per alcuni rami operativi i vantaggi derivanti dall’utilizzo di Big Data e IoT sono ancora più marcati. Basti pensare a quelle aziende che svolgono le loro attività nel settore sanitario. Informazioni sui registri dei pazienti, sull’assicurazione, sui piani sanitari, e tutta un’altra serie di dati che in situazioni tradizionali sono piuttosto difficili da gestire. Una volta applicare le corrette analisi però, tutti questi dati sono ricchi di informazioni chiave.

Questo è il motivo per cui l’analisi dei dati è di fondamentale importanza in ambito sanitario. Andando ad analizzare grandi quantità di informazioni infatti, sarà possibile fornire in maniera tempestiva diagnosi e opzioni di trattamento.

Ad ogni modo, quelli elencati sono solamente alcuni dei vantaggi principali legati a Big Data e Iot. In realtà la lista potrebbe proseguire davvero molto a lungo. Solamente negli ultimi anni infatti, si sta comprendendo finalmente l’importanza di queste tecnologie, e la vastità dei campi di applicazioni entro cui è possibile utilizzarle. La direzione presa per dall’IOT per il futuro delle imprese appare oramai chiara: una nuova rivoluzione digitale.


RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

Devi scegliere il software gestionale più adatto alle esigenze della tua azienda?

Noi di SELCO operiamo nel settore da oltre 35 anni e abbiamo vissuto in prima persona l’evoluzione tecnologica degli ultimi anni. Questa evoluzione ha portato le aziende a cercare un partner affidabile che potesse accompagnarle in questo percorso di crescita. Sul mercato esistono moltissime soluzioni “pronte all’uso” ma noi abbiamo scelto di specializzarci in software ERP gestionali custom creati su misura per ogni cliente.

Evolvi la tua azienda verso nuovi livelli di efficienza, organizzazione, controllo di gestione e, di conseguenza, marginalità.

Chiamaci 011 2741027 o invia una richiesta, ti ricontatteremo il prima possibile.