Come la rete 5G cambierà il nostro modo di vivere e lavorare

il futuro del 5g

Da molti anni è chiaro cosa avremmo potuto fare utilizzando una connessione internet più veloce di quella attuale. Quello che non era chiaro però, era come riuscire ad ottenere tale connessione. Ad oggi le cose sono cambiate, e grazie al 5G potremo fare un balzo tecnologico di una portata mai vista prima, e questo in moltissimi settori.

5G, ovvero l’acronimo di 5th Generation, serve a indicare le tecnologia di telefonia mobile appunto di quinta generazione, decisamente più potente di quelle attuali, definite di quarta generazione. Ma come potrà questa rete cambiare il nostro modo di vivere, e dunque anche quello di lavorare? Scopriamolo insieme.

5G: una scommessa del futuro che passa dal presente

Di 5G negli ultimi anni si parla moltissimo, e a questa rete le viene assegnato un ruolo davvero importante. Questo perché può essere definita come una tecnologia abilitante di IA (intelligenza artificiale), pagamenti digitali, blockchain e molto altro ancora. Parliamo di tecnologie legate da un unico comune denominatore: la necessità di dover funzionare solamente con linee di comunicazione molto performanti.

Inizialmente la ricerca puntava in due direzioni, e molti paesi nel mondo hanno preferito effettuare investimenti sulle tradizionali linee fisiche. Altri invece hanno compreso le potenzialità del 5G, che andrà ad occupare una porzione di banda nuova, integrando nello stesso momento il 3G e il 4G. In questo modo si andrà ad armonizzare l’utilizzo delle alte e delle basse frequenze, sulla base delle necessità di quel momento.

Cosa cambierà nel futuro con il 5G?

Senza entrare eccessivamente nel dettaglio tecnico della tecnologia 5G, è opportuno sapere che questa impatterà moltissimo sulle nostre vite, sia nella tradizionale quotidianità, che nell’ambito lavorativo. I progetti nel mondo basati sul 5G sono numerosi, e molti di questi hanno portato note metropoli ad investire nel concetto di smart city, abbracciando dunque la filosofia dell’Internet of Things. Tra le principali città possiamo citare:

  • San Diego. La metropoli è stata in grado di abbattere i consumi dell’illuminazione pubblica grazie a dei lampioni dotati di sensori di movimento.
  • Pittsburgh. Sono stati installati dei rivelatori sulla qualità dell’aria.
  • South Bend (Indiana). Sensori di viabilità sono in grado di indicare l’eventuale presenza di parcheggi.

Quelli citati sono solamente alcuni degli esempi di questo nuovo approccio verso la tecnologia. In altre parole, molte grandi città hanno ben compreso l’importanza di investire in tal senso. La grande limitazione che tutti questi progetti validi sotto ogni punto di vista incontravano però, era proprio l’inadeguatezza della reti, che non permetteva uno scambio sufficientemente fluido della grande quantità di dati necessari al loro funzionamento.

La risposta è però arrivata proprio dal 5G, una soluzione realmente capace di soddisfare tutte queste necessità. Parliamo di una rete che può arrivare all’impressionante velocità di 1Gb per secondo, e che dunque abbatte ogni problematica circa le tempistiche di trasmissione dei dati. Grazie a questo innegabile beneficio dunque, le applicazioni che sicuramente godranno del maggior interesse nelle grandi città, saranno le seguenti:

  • Monitoraggio di terra, aria e acqua.
  • Coordinamento di smart services.
  • Controllo dei flussi dei mezzi di trasporto e delle persone.
  • Interconnessione costante di veicoli automatizzati.

5G: una rivoluzione dalla casa all’industria

Abbiamo detto che gli ambiti che non verranno toccati dagli enormi cambiamenti del 5G non saranno poi molti, visto che questa tecnologia influenzerà la nostra quotidianità per tanti aspetti. Qualcuno parla del 5G come della quarta rivoluzione industriale, grazie alle moltissime applicazioni possibili di questa rete ad altissima velocità. Si prevede che nell’arco di una decina d’anni ad esempio, l’intero mercato agricolo sarà rivoluzionato.

Ciò sarà possibile grazie ad un’implementazione ad ampio raggio del 5G che permetterà un monitoraggio più puntuale e capillare dei terreni. Chiaramente questo beneficio non potrà che tradursi in una massimizzazione del profitto. Nuove apparecchiature automatizzate infatti, saranno coordinate da un’infrastruttura mobile che sarà in grado di gestire il grandissimo carico di dati. In questo modo, si andrà verso quella che possiamo definire come un’automatizzazione della coltivazione.

Come detto però, le possibili applicazioni del 5G sono numerose, e non riguardano certamente solo il settore agricolo. In campo medico ad esempio, la possibilità di lavorare con latenze inferiori al millisecondo, consentirà il concretizzarsi delle operazioni a distanza attraverso l’utilizzo, tra l’altro già avviato da diverso tempo, di robot durante gli interventi chirurgici di varia natura. Inutile sottolineare come sempre nello stesso ambito medico, questa tecnologia permetterà anche la condivisione di osservazioni e lo studio di fenomeni tra i vari specialisti.

In questo modo si andrà a potenziare il networking tra scienziati, che non potrà che portare ad un ulteriore progresso delle ricerche in ogni campo. Nel nostro quotidiano di persone “normali” invece, la rivoluzione del 5G porterà a videochiamate più fluide e nitide, ma anche all’implementazione della realtà aumentata e virtuale nei luoghi di lavoro. A beneficiarne saranno anche i tanti servizi in streaming, anche sui social network, i videogames e le relative piattaforme online, e molto altro ancora.

Le sfide del 5G: privacy e sicurezza

Ogni rivoluzione porta con sé precisi benefici, e alcuni sono quelli di cui abbiamo parlato fino a questo momento. Ma ogni cambiamento inevitabilmente dà luogo alla nascita di nuove sfide. Per quanto riguarda il 5G, queste sfide si concretizzano con la sicurezza dei dati e la tutela della privacy, tematiche di cui negli ultimi anni si parla moltissimo. Sono in molti a lanciare l’allarme infatti, sugli inevitabili rischi che l’interconnessione di più device appartenenti allo stesso network potrà generare.

Basti immaginare che da ognuno di questi dispositivi, per natura anche molto differenti tra loro, sarà possibile effettuare l’accesso all’intero sistema. E dove sussiste una simile diversità, definire standard univoci di sicurezza non è certamente un lavoro semplice. Ecco perché sarà sempre più necessario difendersi dai cyber criminali. Questo non significa assolutamente che si vogliano sminuire anche solo in parte le potenzialità del 5G. Al contrario, la consapevolezza di queste rinnovate esigenze deve portare verso un miglioramento delle misure necessarie. In altre parole, una volta compresa la problematica, vi si deve porre rimedio.

5G: una realtà sempre più digitale

Nel preciso momento in cui il 5G irromperà nelle nostre vite, si oltrepasserà in maniera sensibile e definitiva una delle ultime barriere che determina il confine tra vita reale e realtà virtuale. Parliamo di possibilità che fino a qualche anno fa erano appannaggio solamente delle grandi produzioni cinematografiche, dove potevamo ammirare in azione strumenti in grado di compiere azioni inimmaginabili. Nel prossimo futuro, sempre più vicino e tangibile, questi strumenti arriveranno, e si intrecceranno con la nostra (nuova) quotidianità.

Anni fa ad esempio, si parlava di protesi digitali come degli oggetti futuristici, nonostante ne venissero comprese le potenzialità. Oggi il discorso è cambiato anche sotto questo aspetto, e tutto diventa più reale, portando ad una simbiosi vera e propria tra i due mondi, il reale e il digitale. La parte più difficile da affrontare di tutta questa rivoluzione però, è probabilmente quella di riuscire a determinare con precisione ed esattezza fino a che punto è possibile arrivare.

Ad ogni modo, volendo tirare le somme di quanto spiegato fino ad ora, potremmo dire che la tecnologia il suo grande passo in avanti oramai lo ha compiuto, anche se non è detto che la società sia già pronta ad accettare un cambiamento di una simile portata. Soprattutto con delle tempistiche che probabilmente saranno anche abbastanza brevi. Il 5G infatti, darà vita ad una nuova società, e questo comporterà inevitabilmente nuove abitudini, ma anche usi e costumi che ancora dobbiamo scoprire. Probabilmente, dopo il primo viaggio sulla luna, il secondo grande passo per l’umanità.


RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

Esperienza

Personalizzazione

Affidabilità