Smartworking e telelavoro: differenze e significato

smart-working

Quando si sente parlare di “lavoro da casa”, “lavoro agile”, “Telelavoro” o “Smartworking”, si pensa, erroneamente, che facciano riferimento alla stessa cosa o che siano termini sinonimi tra loro.  Negli ultimi mesi la pandemia globale ha portato sotto la luce dei riflettori queste problematiche e, nel giro di pochi giorni, centinaia di migliaia di aziende si sono trovate a dover fare i conti con il concetto di “Lavoro Agile”.

Vediamo di cosa si tratta e perché può essere la chiave di un cambiamento epocale per la produttività delle aziende e per garantirne la sopravvivenza e la crescita nel futuro incerto che ci attende.

Differenza tra telelavoro e smartworking

Prima di tutto, spieghiamo perché il Telelavoro non è smartworking: con il termine Telelavoro, si identifica semplicemente lo svolgimento del lavoro standard presso una sede diversa da quella principale dell’azienda datrice di lavoro. L’orario resta lo stesso, cambia solo il luogo, che può essere una sede distaccata, o indicata dall’azienda (uffici di coworking), oppure il domicilio del dipendente o una sede di trasferta.

Si può dunque intuire che il concetto di Telelavoro non cambia particolarmente le modalità di lavoro, se non per il fatto che lo si svolge da un’altra parte.

Con i termini “Lavoro Agile” invece ci si riferisce ad una modalità di strutturazione del rapporto di lavoro tra datore di lavoro e dipendente, definita da ben precise norme contenute nella legge 81 del 2017.

“Smartworking” altro non è che il modo inglese di definire il “Lavoro Agile”, dunque fughiamo subito ogni dubbio: Smartworking = Lavoro Agile.

La legge prevede che datore di lavoro e dipendente possano accordarsi, in forma scritta, per definire le modalità di svolgimento del lavoro in modo tale che tempi e luoghi siano in autonomia decisionale del dipendente ed esistano dei parametri misurabili per garantire ad ambo le parti il raggiungimento di obbiettivi condivisi e la verifica degli stessi con relative conformità.

L’accordo può riguardare un contratto a tempo determinato o indeterminato, e può essere adottato anche per un solo giorno a settimana (per i restanti si va presso il luogo di lavoro in modalità standard).

Si definiscono nell’accordo le dotazioni tecnologiche che l’azienda mette a disposizione del dipendente per consentirgli di lavorare in modalità Agile, e si dettagliano le adeguate modalità di utilizzo delle stesse, al fine di preservare privacy e sicurezze di ambo le parti.

Valgono sempre le coperture INAIL, restano gli stessi incentivi fiscali e una retribuzione non inferiore di un contratto standard.

I vantaggi dello smart working o “lavoro agile”

La filosofia di lavoro Agile, porta in dote il concetto di responsabilizzazione delle risorse. Nasce con lo scopo di conciliare meglio la vita lavorativa con quella privata in funzione di ottenere una maggior produttività del dipendente in quanto conduttore di una vita più serena e soddisfatta.

Non si tratta di retorica, ma di risvolti estremamente pratici: una risorsa (uomo o donna) con figli, potrebbe risparmiare diverse ore di tempo e diversi costi (benzina, caselli, etc.) investiti normalmente per il solo spostamento da e verso il luogo di lavoro. Al contempo, potrebbe vivere maggiormente la vicinanza ai propri figli pur garantendo la produzione delle mansioni concordate con il datore di lavoro. Si possono preparare documenti, e-mail, condurre telefonate, e quant’altro anche lontano dalla scrivania dell’ufficio, se correttamente dotati di supporti tecnologici per farlo. (Per approfondire leggi anche il nostro articolo su come pianificare e gestire al meglio le risorse aziendali)

Le aziende dotate di ERP funzionali, dovrebbero aver adottato da tempo la dematerializzazione dei documenti, il che rende naturalmente predisposte diverse attività e molti processi lavorativi, ad essere svolti da remoto e al contempo ad essere controllati dai vari responsabili.

È chiaro che le aziende necessitano di abbracciare una cultura di organizzazione del lavoro per sposare la filosofia Agile e godere dei suoi innumerevoli benefici. Sarebbe altrimenti molto complesso, per non dire impossibile, riuscire a produrre la stesura di un accordo con il dipendente che garantisca il raggiungimento di periodici risultati per assicurarsi che la produttività sia adeguata.

Smart working: i primi passi per le aziende

L’organizzazione del lavoro e dei processi di lavoro ormai non può prescindere da adeguati strumenti informatici che forniscano un sufficiente controllo di gestione.

Parallelamente, è di vitale importanza dotarsi di adeguate soluzioni di networking e security per poter garantire la possibilità ai dipendenti in smartworking di collegarsi alle risorse aziendali per svolgere il proprio lavoro in completa sicurezza.

Sono aumentati a dismisura in questi ultimi mesi in Italia i casi di violazioni della sicurezza nelle aziende (data-breach), che incautamente hanno fatto portare a casa ai propri dipendenti i loro computer o notebook aziendali non premunendosi di controllare il livello di sicurezza delle reti domestiche.

Questa superficialità ha portato a delle violazioni in quanto i computer erano sicuri fintanto che stavano sotto al perimetro dell’azienda, ma una volta utilizzati nelle case private, con connessioni internet, modem non proprietari e spesso sprovvisti dei firewall e dei layer software di security dedicati, hanno permesso intrusioni verso le aziende con conseguenze talvolta disastrose.

Il lavoro Agile può essere una svolta per molte aziende in questo periodo di crisi mondiale; potrebbe essere la spinta definitiva a riconoscere la necessità di un percorso di acquisizione di cultura e competenze nei piani dirigenziali, con lo scopo di abbracciare una filosofia di analisi, organizzazione, strutturazione dei processi di lavoro con solidi sistemi di controllo e strumenti informatici adeguati alle proprie peculiari esigenze, per raggiungere livelli di eccellenza e di produttività mai visti prima.


RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

Devi scegliere il software gestionale più adatto alle esigenze della tua azienda?

Noi di SELCO operiamo nel settore da oltre 35 anni e abbiamo vissuto in prima persona l’evoluzione tecnologica degli ultimi anni. Questa evoluzione ha portato le aziende a cercare un partner affidabile che potesse accompagnarle in questo percorso di crescita. Sul mercato esistono moltissime soluzioni “pronte all’uso” ma noi abbiamo scelto di specializzarci in software ERP gestionali custom creati su misura per ogni cliente.

Evolvi la tua azienda verso nuovi livelli di efficienza, organizzazione, controllo di gestione e, di conseguenza, marginalità.

Chiamaci 011 2741027 o invia una richiesta, ti ricontatteremo il prima possibile.